×

Tag: politica estera


Settant’anni di Cina comunista: forze e debolezze del regime nel bilancio di Xi Jinping

Sono passati 70 anni dalla fondazione della Repubblica Popolare Cinese e lo scorso primo ottobre, a Piazza Tienanmen, si sono tenuti i festeggiamenti per celebrare questo anniversario. Il Presidente Xi Jinping ha tenuto un lungo discorso nel quale si è concentrato sulle questioni più spinose della sua agenda che, ironia della sorte, derivano in gran parte da scelte che vennero fatte settant’anni fa.


L’Indonesia sogna una nuova capitale per dimenticare l’incubo Giacarta

Il governo indonesiano ha deciso di lasciare Giacarta – ormai invivibile – e di fondare una nuova capitale nella provincia dell’Est Kalimantan. I lavori dovrebbero cominciare entro il 2024. La decisione sembra frutto di un lungo processo ed è dovuta a diverse ragioni, pratiche quanto ideologiche,


Hong Kong: il piano di Lam per risolvere la situazione (in cui pochi credono)

Il 4 settembre Carrie Lam ha annunciato che il progetto di legge per stringere un accordo di estradizione tra Cina e Hong Kong è definitivamente caduto e in un video rivolto alla cittadinanza di Hong Kong dove prova a rilanciare un processo di dialogo con i manifestanti.


Molotov, manganelli e fumogeni: sempre più dure le proteste a Hong Kong

Le proteste di Hong Kong stanno cambiando. Nate per contrastare una singola legge sono diventate una lotta a tutto campo per l’autonomia della città-stato, senza esclusione dell’uso della forza da parte dei manifestanti quanto della polizia. Anche la strategia di Pechino nei confronti dell’instabile regione autonoma si sta irrigidendo.


L’appello di Pedro Sánchez: il suo governo è appeso a un filo

A distanza di quasi tre mesi dalle elezioni la Spagna è ancora senza esecutivo. Alla vigilia delle prime votazioni Pedro Sánchez ha tenuto un discorso in cui ha enunciato i suoi obiettivi di governo, senza successo. Giovedì 25 la sua ultima chance.


Khmer Rossi: la lotta di classe realizzata con il genocidio

La Cambogia dell’enigmatico e spietato leader Pol Pot, tra 1975 e 1979, è stata teatro di un progetto di ingegneria sociale di massa che non ha eguali nella storia. Il


Vecchie bandiere e nuovi poteri: a Hong Kong continuano le proteste

Lunedì 1 luglio è stato il XXII anniversario della riconsegna di Hong Kong alla Cina e l’occasione è stata sfruttata da tutte le parti in causa per portare qualche punto a proprio favore. Compreso un vecchio protagonista della storia dell’isola: il Regno Unito.


La Brexit vista dal Regno Unito

A quasi tre anni dal referendum sulla Brexit non si è ancora riflettuto abbastanza sulle conseguenze interne al Regno Unito. Il direttore di Limes Lucio Caracciolo e Dario Fabbri, insieme a Lorenzo Pregliasco di Youtrend analizzano la Brexit dal punto di vista strettamente geopolitico.


Hong Kong: più che l’estradizione, è in discussione la democrazia

Da anni Pechino manovra per aumentare il controllo sul territorio di Hong Kong, trovando sempre un’accesa resistenza da parte della popolazione locale. Domenica la storia si è ripetuta, quando un milione di abitanti di Hong Kong è sceso in strada per chiedere l’annullamento della discussione della riforma dell’estradizione.


Luci e ombre delle elezioni in Indonesia, la 3° democrazia più grande al mondo

Morti per sfiniimento durante il conteggio dei voti, violente contestazioni, accuse di brogli. Eppure l’Indonesia post elezioni presidenziali – che hanno visto rieletto Joko Widodo – non sembra essere così instabile. Fermo restando l’incognita dell’Islam radicale.


Il Grand Débat di Macron è finito. Ma che fine hanno fatto i Gilet Jaunes?

Dopo gli scontri del 1 maggio e la conferenza stampa del 25 Aprile in cui il Presidente francese Macron ha annunciato nuove misure sociale, cala ancora il numero di Gilet Jeaunes che scendono in piazza ogni sabato. Cosa è stato di questo movimento?


Spagna al voto, dove sono immigrazione, esteri e ambiente?

Il 28 aprile, in Spagna si vota per rinnovare il Parlamento. Nell’arena televisiva si sono confrontati i leader dei quattro principali partiti: Pedro Sánchez del Partido Socialista Obrero Español (PSOE), Pablo Iglesias di Unidas Podemos (UP), Pablo Casado del Partido Popular (PP) e Albert Rivera di Ciudadanos (C’s).