×

Cultura e Società


Salute mentale, genere e medicina di precisione, si può

Salute mentale, medicina di precisione e medicina di genere sembrano tre discorsi completamente diversi e invece sono strettamente legati. L’applicazione della medicina di precisione in psichiatria potrebbe infatti aprire opportunità enormi per il trattamento mirato dei pazienti e un buon punto di partenza potrebbe essere studiare e sfruttare le differenze di sesso e genere.

Disturbi alimentari al cinema o in TV? Servono realismo e onestà

Negli ultimi anni ci son state diverse rappresentazioni dei disturbi del comportamento alimentare al cinema o in tv: un compito difficile e delicato ma che può contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a questi temi e ad aiutare chi ne soffre (e chi è loro vicino) a capire che ha bisogno di aiuto.

L’influencer va alla guerra (per i vaccini)

L’amministrazione Biden per risollevare le sorti della campagna vaccinale ha deciso di collaborare con le star di TikTok e degli altri social, mentre alcuni Stati americani reclutano micro-influencer locali per la propaganda pro-vaccini.


Gli strumenti dell’aggiornamento del medico e i luoghi delle prove

Di che tipo di aggiornamento ha bisogno un medico di medicina generale? Diversamente da quello rivolto a medici ospedalieri e specialisti, dovrebbe essere allargato, meno approfondito, ma rivolto praticamente a tutti i campi dello scibile medico o quasi. Ma non solo: deve essere sintetico, pratico, subito comprensibile e perciò necessariamente didattico.

Educazione sessuale: compiti a casa per i genitori

I bambini e gli adolescenti hanno il diritto di ricevere informazioni imparziali e scientificamente corrette su tutti gli aspetti della sessualità e i primi a doverle fornire loro sono i genitori. Ma non sempre questi sanno come rispondere a domande e dubbi o come affrontare alcuni argomenti.


“Il sesso non è abbastanza”. Genere e salute mentale, tra natura e cultura

Le malattie della mente e del cervello sono caratterizzate da numerose differenze di sesso e di genere. Comprendere e caratterizzare le differenze tra i due sessi è quindi molto importante nel campo della salute mentale. Ma farlo è meno semplice di quello che sembra soprattutto per mancanza di cultura e sensibilità a questi aspetti della ricerca.

Restare aggiornati è complicato: ecco cosa il medico deve sapere

Per un medico, un infermiere, un farmacista restare aggiornati è davvero complicato: è necessario imparare a farsi le domande giuste, conoscere dove cercare risposte e sapere interpretarle, quali voci ascoltare per valutarle criticamente. Ma è fondamentale oggi per offrire una risposta alla pandemia basata sui principi della medicina delle prove.

Dal pediatra al medico di famiglia: gli adolescenti chi li cura?

Il passaggio dal pediatra e dal medico di famiglia rischia di creare un vuoto di assistenza sanitaria per gli adolescenti nel quale può perduta una parte di informazioni fondamentali per la salute futura dei ragazzi, da malattie passate di cui si perde memoria a vaccinazioni che vengono saltate. Serve un’attenzione particolare da tutti gli attori in gioco, genitori e ragazzi inclusi.

Aggiornarsi ai tempi del caos e dell’incertezza

La pandemia ha messo i medici di fronte alla necessità di un aggiornamento continuo tra esperienza pratica e un numero forse eccessivo di articoli non sempre metodologicamente corretti e spesso in contraddizione uno con l’altro. Un’eccedenza e velocità che non hanno alleviato la condizione di incertezza e forse non sempre favorito un aggiornamento quanto mai necessario.


Vaccini ed esitanti: la psicologia comportamentale al servizio della salute

Uno degli ostacoli al raggiungimento di una buona percentuale di persone vaccinate contro covid-19, come alcuni paesi stanno già osservando, è l’esitanza vaccinale. Per interagire con chi tentenna davanti al vaccino abbiamo uno strumento valido ma sotto utilizzato: l’analisi psico-comportamentale.

Chi ci cura è aggiornato?

L’aggiornamento del medico dipende dalla sua voglia di continuare a studiare, di leggere criticamente le riviste scientifiche. Possiamo incontrare un medico più o meno preparato, a seconda dei maestri che lo hanno formato, del contesto dove lavora, delle fonti che utilizza per aggiornarsi. E non è una buona notizia.

Giovani e vaccinati: verso un’estate di socialità, relazioni e sesso

Il senso di positività verso il più volte citato e auspicato ritorno alla normalità sembra portare con sé in molti giovani, o più in generale in molti single, a prescindere dall’età, il desiderio di recuperare il tempo perduto, preannunciando un’estate aperta a incontri e rapporti occasionali.

Sanità tra i banchi di scuola

I comportamenti non salutari spesso si instaurano già durante l’infanzia e l’adolescenza e per questo è importante il forte coinvolgimento della scuola, che va considerata luogo privilegiato per la promozione della salute nella popolazione giovanile.


“Covid passa, il pianeta resta”, e ne serve uno più sano per i nostri bambini

Nonostante la pandemia di covid-19, non possiamo non pensare al pianeta: è fondamentale riportare l’attenzione sulla crisi ecologica e ripartire da quello che possiamo fare per proteggere l’ambiente, cominciando dalla fase della vita in cui siamo più vulnerabili alle esposizioni a inquinanti ambientali.

Sicurezza pericolosa, che fine fanno le mascherine monouso?

Le mascherine sono essenziali nel mitigare la diffusione di Sars-CoV-2, tuttavia stanno generando un problema peggiore dell’attuale inquinamento causato dalla plastica. Questo perché sono rifiuti non riciclabili e, se disperse nell’ambiente possono generare particelle microscopiche nell’arco di poche settimane.

Immidem, guardare la demenza attraverso la lente della diversità

Immidem, come immigrati e demenze, è un progetto che nasce per caratterizzare i disturbi cognitivi nella popolazione migrante in Italia, ma è un’opportunità per capire come e quanto di un approccio sensibile alle differenze in generale possiamo beneficiare tutti.

Covid-19, serve equità per sconfiggere un virus disuguale

Una pandemia non è solo un’emergenza sanitaria, ma anche economica, culturale, sociale. Aspetti, questi, che non possono essere trascurati nello sviluppo di una strategia di risposta. La gestione dell’emergenza deve invece prendere in considerazione le disuguaglianze, soprattutto sulla parte dei meccanismi indiretti