×
19 Settembre 2021
domenica, 19 Settembre 2021

Disturbi alimentari al cinema o in TV? Servono realismo e onestà

Negli ultimi anni ci son state diverse rappresentazioni dei disturbi del co...


L’influencer va alla guerra (per i vaccini)

L’amministrazione Biden per risollevare le sorti della campagna vaccinale ha deciso di collaborare con le star di TikTok e degli...


Vaccino contro covid-19: medici di medicina generale per convincere gli esitanti

Due medici di medicina generale raccontano il loro impegno per sensibilizza...



Scelti per voi


Uomo o donna, che differenza fa? Nella ricerca, tanta

In molti ambiti il campione di riferimento per le ricerche – maschio, caucasico, tra i 18 e 65 anni – non è rappresentativo della popolazione generale: non lo è per età, per etnia, per parametri socioculturali e soprattutto non lo è per sesso e genere. Ignorare questi aspetti significa non considerare una persona su due e ha gravi conseguenze per la salute delle donne.

Chi ci cura è aggiornato?

L’aggiornamento del medico dipende dalla sua voglia di continuare a studiare, di leggere criticamente le riviste scientifiche. Possiamo incontrare un medico più o meno preparato, a seconda dei maestri che lo hanno formato, del contesto dove lavora, delle fonti che utilizza per aggiornarsi. E non è una buona notizia.

A Roma (e non solo) covid-19 si nutre delle disuguaglianze sociali

Nel corso dei mesi scorsi è emerso chiaramente che l’infezione da Sars-CoV-2 non colpisce tutti allo stesso modo. Sembra infatti che la covid-19 si nutra delle disuguaglianze sociali e, allo stesso tempo, contribuisca ad accentuarle.

Vaccini ed esitanti: la psicologia comportamentale al servizio della salu...

Uno degli ostacoli al raggiungimento di una buona percentuale di persone vaccinate contro covid-19, come alcuni paesi stanno già osservando, è l’esitanza vaccinale. Per interagire con chi tentenna davanti al vaccino abbiamo uno strumento valido ma sotto utilizzato: l’analisi psico-comportamentale.


I più popolari


Vaccini e covid-19: il complotto dei complotti?

Con la pandemia di covid-19 il complottismo legati ai vaccini ha raggiunto il suo apice, diventando quasi maggioritario sui social media. La diffusione a livello mondiale dell’epidemia e l’adozione da parte di molti Stati di misure restrittive con una strategia coordinata per i cospirazionisti è stata la prova incontrovertibile che un sinistro complotto mondiale è in atto. Ma quale complotto esattamente?

Non voglio mai più essere forte

Dietro alla forza e alla gioia che la ginnasta statunitense Katelyn Ohashi trasmette attraverso le sue performance ci sono le battaglie contro pressioni insostenibili, infortuni gravi, body shaming e ben due malattie croniche.

Vaccino contro covid-19 negli adolescenti: i pro, i contro e l’opinione...

Quello del vaccino contro covid-19 agli adolescenti è senza dubbio un problema molto complesso, eticamente ed emotivamente delicato. Da quando sono cominciate il tema è diventato da subito fonte di dibattiti e polemiche, sia all’interno che all’esterno della comunità scientifica. Ma anche i ragazzi hanno le loro opinioni e noi siamo andati ad ascoltarle.

A scuola di educazione sessuale, su Instagram

In Italia e non solo un gran numero di educatori sessuali sta usando Instagram per colmare quel divario tra le aspettative irrealistiche diffuse dalla pornografia e la disinformazione. Gli esperti, gli influencer, o più semplicemente le pagine Instagram da seguire sono tante e sembrano avere un discreto successo.

Luciano De Feo: padre dimenticato della Mostra del cinema di Venezia

La Mostra del cinema di Venezia è la kermesse cinematografica più antica, la più conosciuta e apprezzata al mondo. Tuttavia probabilmente non tutti ne conoscono l’origine né sanno chi sia Luciano De Feo, una delle due anime dietro questa manifestazione e fautore di un cinema universale ed educatore.

Dentro e fuori le mura del carcere grazie alla realtà virtuale

Il documentario ‘VR Free’ trasporta lo spettatore nei panni di un detenuto in un’esperienza totalmente immersiva resa possibile grazie alla tecnologia di realtà virtuale. Noi abbiamo chiacchierato con il suo regista: Milad Tangshir, iraniano di origine, italiano di adozione.

Atlantique: da Cannes il film sull’Africa di oggi che ancora non c’era

Mati Diop, classe 1982, è la prima regista di colore ad entrare nella Selezione Ufficiale del Festival di Cannes. Atlantique il suo primo lungometraggio si è portato a casa il Grand Prix du Festival. Per la regista però è anche un ritorno al suo paese di origine il Senegal e a un’adolescenza africana che non ha mai avuto.

Quando le scale smetteranno de menacce…

Dopo nove anni, grazie al film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, l’Italia parla ancora di Stefano Cucchi. Alessandro Borghi racconta come è stato entrare nella pelle, nelle ossa e nei lividi di Stefano.


Sezioni