Salute


Ho scelto di camminare

L’equilibrio tra la promozione del concetto di “resilienza” e il rispetto della condizione del malato è un’arte difficile. Dall’evento Call4Brain la storia di Franecsca del Rosso e Alessandro Milan.

Tumori e trombosi, una relazione pericolosa

Aumenta l’aspettativa di vita dei pazienti oncologici, ma cresce anche l’onere associato alle condizioni secondarie. Come il tromboembolismo venoso, una delle più rilevanti ma anche una delle meno conosciute.

Né povero, né escluso, né emarginato: un malato è un malato

Lo psichiatra Giuseppe Riefolo guarda al pensiero di Basaglia con la giusta consapevole distanza: facendo tesoro della portata rivoluzionaria del suo operato, ma mantenendo vigile l’attenzione sui rischi nell’interpretare alla lettera il pensiero basagliano, ad esempio, innalzando muri o creando stereotipi.


La generazione che porrà fine all’Hiv

Domani è il World Aids Day e il modo migliore di celebrarlo è fare un test per l’Hiv. Come dice il Principe Harry d’Inghilterra, questa potrebbe essere la chiave per mettere fine all’epidemia.

Psichiatria: una scienza di confine

Scompaiono le comunità terapeutiche e torna ad essere molto rigido e fatto di distanze il rapporto tra medico e paziente. Tommaso Poliseno, psichiatra dell’Asl Roma E, spiega che invece è proprio prossimità la parola chiave.


Sopravvivere a Fortnite

La dipendenza da gaming negli ultimi anni è diventato un fenomeno davvero globale, pervasivo e riconoscibile. Secondo lo psichiatra Richard Graham, le armi per contrastarlo sono famiglia, buone abitudini e autocontrollo.

Salute mentale: la territorialità genera disparità

In regioni diverse il paziente con disturbo psichiatrico si vede offrire una presa in carico notevolmente differenti. Una disuguaglianza legata alla territorialità che non sarebbe accettata per patologie oncologiche o cardiache.

Responsabili della salute dei cittadini

Angelo Tanese, economista e direttore generale della Azienda sanitaria locale Roma 1, presenta il suo nuovo libro “Ruolo del management nel servizio sanitario. Una storia in tre atti”. Parole d’ordine: responsabilità e ottimismo.

Correre il rischio della rivelazione

Lo psichiatra Peppe Dell’Acqua racconta quale ruolo fondamentale ha avuto la fotografia nel mostrare all’esterno gli orrori del manicomio e ad avviare la rivoluzione che ha portato alla chiusura di queste strutture.


L’alba dell’era in cui il cancro verrà sconfitto

Quanto siamo lontani da una cura per il cancro? Probabilmente stiamo vivendo l’alba di un’era che vedrà la definitiva sconfitta di questa terrificante malattia, afferma l’oncologo Siddhartha Mukherjee.

La Patient Revolution farà tremare il business della sanità

Victor Montori, co-fondatore di Patient Revolution, racconta la ribellione che è in atto che rifiuta un’assistenza sanitaria “industriale” e ne esige una attenta e premurosa nei confronti del singolo paziente

Solanas, l’aborto (un giorno) sarà legge in Argentina

Il discorso al Senato argentino del regista e politico Pino Solanas, in occasione del voto sulla legalizzazione dell’interruzione volontaria della gravidanza. La legge non è passata, ma la lotta non è conclusa.

Una biotech nonprofit, l’ultima trovata di Bill e Melinda Gates

La direttrice Penny Heaton, racconta come è nato il Gates Medical Research Institute: una biotech nonprofit con lo scopo di combattere tubercolosi, malaria e malattie enteriche che uccidono quattro personel al minuto.


Hiv/Aids: cinque strade verso una cura

Steven Deeks, docente alla UC San Francisco, e Sharon Lewin, del The Peter Doherty Institute for Infection and Immunity di Melbourne in Australia tracciano il panorama delle strade di ricerca verso una cura per l’Hiv.

AIDS e HIV: ora è il momento di spingere sull’acceleratore

Dall’International Aids Conference, Anthony Fauci – veterano nella lotta contro l’Hiv – stressa l’importanza di implementare le terapie antiretrovirali a disposizione e di incrementare gli sforzi alla ricerca di un vaccino.

La femminilità da rinchiudere: storie dal manicomio

Prima di Basaglia bastava poco alle donne per essere internate. Adultere, prostitute, lesbiche, donne emancipate, dal temperamento ostinato e ribelle, ragazze madri: erano tutte presunte anomalie della femminilità da rinchiudere.

Cosmetici e scelte consapevoli? La forma non è la sostanza

Al Wired Next Fest, Beatrice Mautino, autrice del libro “Il trucco c’è e si vede” (Chiarelettere), ci conferma che un’informazione attendibile sui cosmetici oggi non esiste e anche in questo caso è tutta questione di marketing.