Cultura


La storia di un calcio non dato

La storia di Giosetta Fioroni, artista di risonanza internazionale, è una storia di libertà, di sogni che si avverano, di arte. Ora un documentario ne racconta il cammino d’artista, radicato nella sostanza dell’essere donna.

Abbiamo perso tutto: dal paradiso a un inferno di fiamme

Quello di Paradise è diventato l’incendio più letale della storia della California. Incendi così intensi, estesi e devastanti sono e saranno sempre più comuni nello Stato, complice l’uomo e il climate change da esso causato.

L’altro non è altro che me stesso allo specchio

Andrea Camilleri, ospite da Fabio Fazio a Che tempo che fa, per presentare “Conversazione su Tiresia”, il suo film nelle sale il 5, 6 e 7 novembre, parla di razzismo, odio e di come, ora che è cieco, veda assai meglio di prima.


Fenomeno trap: ritmo, poesia… e autotune

Da qualche anno domina le classifiche di vendita di tutto il mondo, Italia compresa. E anche se la trap non è musica da essere spiegata proprio da un “trapper”, Vegas Jones ci ha provato. Al Wired Next Fest a Firenze.

Quando le scale smetteranno de menacce…

Dopo nove anni, grazie al film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, l’Italia parla ancora di Stefano Cucchi. Alessandro Borghi racconta come è stato entrare nella pelle, nelle ossa e nei lividi di Stefano.


Giovanni Allevi, il mio inno allo squilibrio

Al Festival della Comunicazione di Camogli, Giovanni Allevi parla del suo ultimo libro “L’equilibrio della lucertola”, della sua ricerca personale dell’equilibrio, ma anche di felicità e vita moderna.

È finita l’attesa per le amiche geniali di Elena Ferrante

Il 2 settembre alla Mostra del Cinema di Venezia sono stati proiettati i primi due episodi degli otto che compongono la serie: 10 minuti di applausi e una conferenza stampa affollatissima.

Oumuamua, il nostro primo ospite interstellare

Karen Meech non dimenticherà mai la telefonata del 22 ottobre 2017. L’aveva aspettata per tutta la vita e annunciava l’arrivo di un ospite interstellare.

Per Ezio Bosso l’Europa dovrebbe essere un’orchestra

Lo scorso 26 giugno, il famoso direttore d’orchestra ha spiegato al Parlamento Europeo perchè si dovrebbe imparare dalla musica a valorizzare le differenze in un contesto di condivisione e confronto.


Ragazzi, imparate a pensare come giornalisti

Come preparare i ragazzi a diventare cittadini del mondo di domani? Forse allenandoli a pensare come giornalisti. Questa l’idea di Esther Wojcicki, fondatrice di uno tra i migliori corsi di giornalismo degli Stati Uniti.

Elettrodomestici Smart: la casa parla con noi e soprattutto di noi

Le nostre case si riempiono di oggetti sempre connessi a Internet – da Amazon Echo alle lavatrici intelligenti. Ma cosa sanno di noi questi elettrodomestici intelligenti? E, soprattutto, quali informazioni diffondono?

Il racconto distorto del cambiamento climatico

Lo scrittore e giornalista indiano Amitav Gosh, è intervenuto al Wired Next Fest di Milano per raccontare uno dei temi a lui più cari: il cambiamento climatico.

Renzo Piano: l’architettura è bellezza che può salvare il mondo

In un Ted Talk dove le immagini raccontano più delle parole, l’architetto italiano trascina il suo pubblico in un tour mondiale da un edificio incredibile all’altro. Tutti con in comune lo scopo di creare una bellezza tale “salvare” il mondo.


Leonardo, Steve Jobs e un piccolo dettaglio in comune

Due menti geniali accomunate dalla straordinaria creatività che, secondo Walter Isaacson, scrittore e giornalista statunitense, ospite al Wired Next Fest di Milano, è dove scienza e arte si incontrano.

Gabriele Salvatores, nei miei film il figlio che non ho avuto

All’Ischia Film Festival, il regista italiano racconta l’esperienza de “Il ragazzo invisibile” e annuncia il prossimo film: anche questo con un giovane protagonista e con il ritorno al road movie degli inizi.

Non è colpa del porno se gli uomini abusano delle donne

Dal palco del Wired Next Fest 2018, la famosa attrice porno Stoya racconta del futuro dell’industria tra #MeToo e Internet, che porta contaminazioni positive ma anche abusi e pressioni talvolta impossibili da sopportare

Il futuro della robotica è morbido

Giada Gerboni, ingegnere biomedico a Stanford, ci trascina nel mondo della robotica soft, dove al posto di androidi dalle fattezze umane troviamo macchine flessibili e adattabili all’ambiente esterno.