×

Giovanni Barbato

Romagnolo D.O.C dal 1993. Nasce e cresce a Ravenna, città per la quale sviluppa una discreta insofferenza. Appena riesce fugge a Firenze e in Erasmus a Bruxelles per poi laurearsi in Scienze politiche indirizzo comunicazione. Nel frattempo si accorge che la fotografia è un mezzo bellissimo. Si appassiona e tenta costantemente di sposarla con l'altro suo grande amore: il giornalismo. Cerca una via alternativa per apprendere il mestiere e inciampa nella Scuola Holden di Torino. Sempre confuso e alla ricerca di risposte, si emoziona per la buona cucina e le persone educate.

@giovannibarbat9


Libia tra guerra e crisi umanitaria. Cosa succede al di là del Mediterraneo

Sono passati ormai diversi giorni da quando il 4 aprile il generale Haftar ha annunciato la sua offensiva verso Tripoli e la situazione in Libia rischia di degenerare tanto da prefigurare una vera e propria crisi umanitaria.

Destinazione Marte? Solo per pochi “pazzi avventurieri”

L’astrofisico Sir Martin Rees, scettico rispetto alla colonizzazine umana del Pianeta Rosso, offre uno scorcio sui possibili scenari futuri dell’esplorazione spaziale e dell’evoluzione umana.

Cambiamenti climatici, il nuovo alfiere di Donald Trump

La nomina di Andrew Wheeler come nuovo presidente dell’Agenzia di protezione dell’ambiente statunitense ha desta notevole preoccupazione visto il recente passato di Wheeler come lobbista per l’industria del carbone.

Il mea culpa di Emmanuel Macron

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha rotto il silenzio istituzionale con un discorso che mira dritto al malumore del paese e promette sin da subito misure di sostegno.


Ci impossesseremo dell’Europa

Il giornalista del Guardian Paul Lewis ha seguito per quattro mesi Steve Bannon e il suo team in diverse città europee per capire in che cosa consista questa nuova operazione politica e chi siano gli attori in gioco.

La responsabilità è un fatto quotidiano

Partendo dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, Gino Strada ricorda quali sono i “No” che è importante ribadire sempre: no alla guerra, no alle ingiustizie, no alle menzogne, no a chi si gira dall’altra parte.

Macron, attacco a populismi e globalizzazione indifferenziata

La “rentrée” dopo la pausa estiva è segnata, in Francia, dal discorso del Presidente della Repubblica ai suoi ambasciatori. Ecco cosa ha detto Emmanuel Macron lo scorso 27 agosto.

Il racconto distorto del cambiamento climatico

Lo scrittore e giornalista indiano Amitav Gosh, è intervenuto al Wired Next Fest di Milano per raccontare uno dei temi a lui più cari: il cambiamento climatico.


Ricominciano a crescere le morti sul lavoro

Nel 2018 gli incidenti sul lavoro hanno preso ad aumentare. A La Repubblica delle Idee, la sociologa Chiara Saraceno e la segretaria della Fiom Francesca Re David provano a spiegare questa inversione di tendenza.

Le “parole ostili”: così cambia il linguaggio della politica

Durante la seconda edizione di Parole O_Stili dedicata alla politica, Giovanni Diamanti, political strategist e cofondatore dell’agenzia Quorum, descrive il panorama della comunicazione politica oggi.

“Nessuno in fuorigioco”: non il solito calcio

Un viaggio per l’Italia alla scoperta di quelle associazioni sportive dilettantistiche che attorno a un pallone raccolgono migranti e richiedenti asilo con lo scopo di promuovere l’integrazione e il dialogo.

L’uomo che fotografa l’invisibile

Kurt Moser, ex cameraman e fotografo altoatesino che dopo più di trent’anni al servizio dei media tradizionali ha deciso di darsi ad un tipo di fotografia decisamente particolare.