×
26 Aprile 2019
venerdì, 26 Aprile 2019

Internet sta davvero distruggendo tutto?

L'impatto di Internet e dei social media, secondo il filosofo Justin Smith, è paragonabile a quello avuto dal fuoco 400mila anni ...


Libia tra guerra e crisi umanitaria. Cosa succede al di là del Mediterraneo

Sono passati ormai diversi giorni da quando il 4 aprile il generale Haftar ...


“I nostri occhi sul campo”, l’indispensabile lavoro dei fotoreporter di guerra

Il lavoro del fotoreporter di guerra è imprenscindibile e insostituibile. ...


Non sono uomo o donna, sono intersex

Cosa vuol dire essere intersessuale, o intersex? Lo racconta Emily Quinn in una TED talk che smantella numerosi pregiudizi nei con...


Fotografato l’impossibile, la prima immagine di un buco nero

“We have now seen the unseeable”. Con queste parole Sheperd Doeleman direttore dell’Event Horizon Telescope Project ha presentato la prima immagine mai ottenuta di un buco nero.

Destinazione Marte? Solo per pochi “pazzi avventurieri”

L’astrofisico Sir Martin Rees, scettico rispetto alla colonizzazine umana del Pianeta Rosso, offre uno scorcio sui possibili scenari futuri dell’esplorazione spaziale e dell’evoluzione umana.

Terra piatta: una bugia di successo

La teoria della Terra piatta sta avendo in questi anni un rilancio in grande stile e fa pensare il fatto che soltanto 2/3 dei millennials sarebbero disposti a credere che la Terra è rotonda. Ma chi sono e cosa credono – o cosa dubitano – queste persone?

Aspiranti Mosè per un mare di plastica

Il 2019 è cominciato con un incidente per il progetto The Ocean Cleanup, che ha l’ambizioso obiettivo di dimezzare entro il 2022 il Great Pacific Garbage Patch, la più grande “isola” di plastica oceanica. E nel frattempo altri si stanno muovendo per tentare l’impresa…

Venezuela, Juan Guaidó dà il via all’Operazione libertà

Dopo essersi vista revocata l’immunità, lo scorso 6 aprile Juan Guaidó ha convocato una manifestazione massiva, che ha dato finalmente inizio alla Operazione Libertà per rovesciare il regime di Nicolas Maduro.

Isis, l’ultima battaglia non c’è ancora stata?

Malgrado gli annunci trionfalistici apparsi su quasi tutti i media occidentali dopo la caduta di Baghouz, ultima roccaforte dell’Isis in Siria, la guerra contro la potente organizzazione jihadista probabilmente non è ancora finita.

Revenge porn: siamo tutti potenziali vittime

Oggi si vota di nuovo per l’emendamento al ddl “Codice Rosso” che renderebbe il revenge porn un reato. Potenzialmente siamo tutti vittime di questo tipo di violenza online che spesso ha conseguenze devastanti e talvolta porta anche a togliersi la vita.

La via della seta di Xi Jinping divide Italia e Francia

Il tour diplomatico europeo di Xi Jinping e le conseguenti intese riguardanti la “nuova via della seta” hanno portato scompiglio in Europa, soprattutto a causa degli accordi individuali stipulati dall’Italia senza coordinarsi con gli altri paesi dell’Unione Europea.

Twitter dai congressi e per i congressi

La maggior parte dei congressi scientifici prevede un certo grado di presenza su Twitter, spesso attraverso un hashtag di riferimento o la disseminazione in tempo reale dei risultati presentati nel corso delle sessioni. Lo sa bene Antonio Raviele, cardiologo italiano tra i più attivi e seguiti su Twitter e Presidente di “Venice Arrhythmias”.

Ousseynou Sy, perché lo ha fatto?

Chi è Ousseynou Sy? Perchè ha fatto quello che ha fatto? Le informazioni di cui disponiamo adesso sull’autore della mancata di strage di Milano semplicemente non bastano per rispondere alle domande. Ecco perchè.

Twitter e medicina, l’Italia resiste ma non deve avere timori

Su 330 milioni di utenti/mese attivi, solo poco meno di otto milioni sono italiani. Ha dunque ragione Alberto Tozzi, Chief Innovation Officer dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, quando dice che l’Italia resiste all’uso di Twitter come social, soprattutto per quanto riguarda scienza e medicina?

Alziamo la voce sul cambiamento climatico

Ridurre lo spreco alimentare, studiare e promuovere nuovi strumenti di mobilità, affrontare l’inquinamento da plastica negli oceani e il cambiamento climatico… siamo a un bivio e dobbiamo fare delle scelte per la salute e la sopravvivenza delle popolazioni sul Pianeta.

Il destino di Hakeem, da stella del calcio a prigioniero politico

Questa è la storia di Hakeem Al-Araibi, calciatore di 25 anni, ex stella del calcio bahrainita, che oggi dopo 76 giorni di prigionia, abusi e paura in un centro di detenzione di Bangkok è tornato a casa, non in Bahrain, ma in Australia.

Non voglio mai più essere forte

Dietro alla forza e alla gioia che la ginnasta statunitense Katelyn Ohashi trasmette attraverso le sue performance ci sono le battaglie contro pressioni insostenibili, infortuni gravi, body shaming e ben due malattie croniche.

Per allenare quello che conta è la personalità, non il genere

“In Italia ancora si discute se una ragazza possa o meno giocare a calcio”. Carolina Morace parla di femminismo e questioni di genere, in un incontro nell’ambito del Festival “Le ragazze sono in città”, organizzato da Grande come una città a Roma.

Crohn e colite ulcerosa: 200mila i casi in Italia

Testimonial della campagna di sensibilizzazione sulle malattie croniche intestinali promossa dall’Italian Group of Inflammatory Bowel Disease, il dorsista Simone Sabbioni racconta la sua battaglia contro la colite ulcerosa


Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi ogni settimana i migliori talk di cultura, politica, sport e sanità direttamente nella tua casella di posta!

Termini

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!